Wanko Soba

Anche se può assomigliare a qualsiasi altro noodle di grano saraceno o soba, la “wanko soba” della prefettura di Iwate, nel nord-est di Honshu, è unica per il modo di mangiarla. Ogni volta che mangiate un boccone di soba, il cameriere che vi sta accanto ne aggiungerà un altro, e potrete riempire tutte le tazze che vorrete. Mentre il dialetto varia a seconda della località, il cameriere dirà qualcosa come “Hai, jan-jan!” o “Hai, don-don!” (che significa qualcosa come “Va bene, continua!”), con un ritmo costante, incoraggiando il commensale a continuare a mangiare sempre più ciotole a buon ritmo. Aggiungete spezie come il nameko con ravanello bianco grattugiato, sesamo bianco, cipolle verdi e perilla verde, e cambiate il sapore per goderne fino alla fine. Quando si è pieni, si copre rapidamente la ciotola prima che il cameriere ne aggiunga altri. Questo segnala “Ho finito!”.

L’origine di questo modo di mangiare era che ai vecchi tempi, quando si accoglieva un gran numero di ospiti a un banchetto, si supponeva che tutti mangiassero una grande quantità di soba deliziosa appena bollita. Dal suo aspetto vivace, si può avere l’immagine di “mangiare molto, mangiare veloce, competere”, ma in realtà, è un piatto meraviglioso creato dallo spirito di ospitalità.


Wanko Soba