Shirakawa-go

Shirakawa-go, situato nella prefettura di Gifu, è un villaggio che conserva splendidamente l’architettura gassho-zukuri delle case con tetti costituiti da travi a vista, che è come appariva il Giappone nell’antichità. Nel 1995 è stato registrato come Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. Gassho-zukuri è un tipo di architettura caratterizzata da ripidi tetti di paglia uniti a legno che assomigliano a due mani giunte in preghiera. Questo metodo di costruzione è adatto al clima di Shirakawa-go, dove c’è una grande quantità di neve. Gli edifici si affacciano in direzione nord-sud, quindi sono freschi d’estate e si mantengono al caldo d’inverno. Le case gassho-zukuri hanno una caratteristica che le distingue da altre case tradizionali giapponesi. Questa consiste nel fatto che nel villaggio di Shirakawa l’industria con cui la popolazione si sostentava era l’allevamento dei bachi da seta, e lo spazio del sottotetto delle case gassho-zukuri veniva utilizzato in maniera efficiente per questo scopo. L’attenzione a livello mondiale per Shirakawa-go è stata in parte influenzata dall’architetto e studioso tedesco Bruno Taut che l’ha elogiata nel suo libro La riscoperta della bellezza giapponese, in cui ha scritto che “le case gassho-zukuri sono, dal punto di vista degli studi di architettura, sia razionali sia logiche”.

A sud di Shirakawa-go si trova il monte Hakusan, una montagna mistica, avvolta da un significato religioso e ricca di scenari naturali. Hirayu Onsen, una sorgente calda che sgorga ai piedi delle montagne, è stata riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente giapponese come una delle migliori sorgenti naturali del Paese, e costituisce una vera e propria attrattiva per i visitatori. Potrete lavare via la stanchezza della vostra lunga camminata mentre guardate il ricco scenario naturale.

Shirakawa-go
Shirakawa-go