Santuario di Nikko Toshogu

Il “periodo Edo”, durato circa 265 anni (1603-1868), è stato un periodo, insolitamente lungo della storia giapponese, in cui un clan di militari ha governato ininterrottamente l’intero Paese. Il primo sovrano militare, o shogun, di questa dinastia fu Tokugawa Ieyasu, ed è venerato in questo santuario come un dio. Il parco del santuario, che si estende su un’ampia area, ospita moltissimi luoghi di grande bellezza, tra cui importanti beni culturali e tesori nazionali. Nel 1999 il santuario è stato anche inserito nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Gli edifici sono splendidamente decorati, con smalti e dipinti colorati, e molte immagini scolpite adornano pilastri e simili. Esempi particolarmente famosi sono le “Tre scimmie” (“non vedere”, “non parlare” e “non sentire”) e il “Gatto che dorme”. La Porta Yomei, colorata con abbaglianti tonalità di oro e bianco, è veramente iconica nel Santuario di Nikko Toshogu, ed è stata designata come tesoro nazionale del Giappone. Nikko Toshogu è conosciuto anche come luogo di energia mistica: si dice che quando esprimi un desiderio mentre sei di fronte al “Kanae-sugi”, o “Cedro dei desideri”, il tuo desiderio si avvererà. Non sono poche le persone che salgono la lunga scala di pietra appositamente per esprimere un desiderio su questo Kanae-sugi.

La Sala del Tesoro di Toshogu espone spade e strumenti del periodo Edo, compresi oggetti dello stesso shogun Ieyasu, e si può anche guardare un film d’animazione su di lui.

Santuario Nikko Toshogu