Yakitori

Lo yakitori è un piatto composto da pollo tagliato a pezzettini, messo su uno spiedo e insaporito con salsa di soia o sale e altri condimenti. Iniziò nel XVIII secolo e cominciò a diffondersi tra la gente comune, ma con l’introduzione della griglia alla fine del 1955, divenne rapidamente un piatto estremamente popolare tra le masse giapponesi. Le diverse parti del pollo sono chiamate con nomi diversi quando vengono mangiate come yakitori. I più popolari sono momo (coscia), negima (con cipolla verde inserita tra la carne della coscia), tsukune (fatto da pollo tritato alla griglia a forma di gnocco), sasami e mune (petto, che è a basso contenuto di grassi), teba (ala), kawa (carne) e nankotsu (cartilagine). I piatti yakitori sfruttano appieno tutte le parti del del pollo. Il grande fascino dello yakitori è il modo in cui permette di apprezzare il gusto del pollo intero e come i diversi metodi di cottura si adattano a ciascuna delle diverse parti del pollo, come il cuore, il fegato e il ventriglio. Ci sono anche yakitori che si trovano solo in alcune parti del Giappone. Bibai Yakitori a Bibai, Hokkaido; Muroran Yakitori a Muroran, Hokkaido; Fukushima Yakitori a Fukushima; Higashimatsuyama Yakitori a Saitama; Imabari Yakitori a Ehime; Nagato Yakitori a Yamaguchi; e Kurume Yakitori a Fukuoka. Questi sono conosciuti come i “Sette Grandi Yakitori del Giappone”, e sono molto amati dalla popolazione locale da molti anni.

Yakitori
Yakitori
Yakitori