Alpi giapponesi

“Alpi giapponesi” è un termine collettivo per le Alpi settentrionali (Monti Hida), che comprendono la catena montuosa Hotaka, il Monte Yarigatake e il Monte Tateyama, le Alpi centrali (Monti Kiso), con il Monte Komagatake e il Monte Utsugi, e le Alpi meridionali (Monti Akaishi), con il Monte Kita e il Monte Akaishi. Il nome “Alpi giapponesi” è stato ideato più di 100 anni fa da un alpinista inglese di nome Walter Weston. Di certo non mancano le attività che si possono fare: dai percorsi di arrampicata più impegnativi, ai lunghi percorsi di trekking con vista sulle alte vette, ai corsi di trekking per famiglie che possono raggiungere la vetta di oltre 3.000 metri sul livello del mare in un’ora, prendendo una funivia o un autobus ai piedi della montagna. La bellezza delle montagne innevate, è semplicemente mozzafiato. Grazie all’abbondante neve “polverosa”, tra le migliori al mondo, la zona di Hakuba nelle Alpi settentrionali offre una varietà di percorsi di sci che sfruttano il terreno naturale così come viste superbe. Le Alpi centrali sono molto apprezzate dagli alpinisti principianti, poiché la funivia del Komagatake permette di raggiungere la vetta con facilità. Durante l’era glaciale, 20.000 anni fa, il “Circo Senjojiki”, zona scolpita nel ghiaccio a forma di ciotola, oggi vi fioriscono piante alpine colorate per tutta l’estate. Rimarrete sicuramente affascinati dal magnifico paesaggio alpino e dalla vista spettacolare delle piante. Nella zona ci sono anche locande e alberghi con una magnifica vista sulle Alpi, in modo da potersi riposare dopo una giornata piena di attività.

Alpi giapponesi
Alpi settentrionali
Alpi centrali