Okayama

La prefettura di Okayama si affaccia sul mare interno di Seto ed è benedetta da un clima caldo. Ha il più basso numero di giorni di pioggia all’anno di tutte le prefetture giapponesi; si è guadagnata il soprannome di “Terra del sole”. Il suo sole la rende perfetta per l’agricoltura, ed è particolarmente rinomata per i suoi numerosi e deliziosi frutti. È la produttrice numero uno in Giappone di pesche bianche e di uve pione e moscato.

A Okayama è anche ambientata una delle più antiche e amate storie popolari giapponesi, la leggenda di Momotaro (“ragazzo-pesca”). Le città di Okayama, Kurashiki, Soja e Akaiwa, dove ci sono molti siti che si suppone siano lo scenario della leggenda, sono state designate come siti del patrimonio giapponese. Gli gnocchi kibi-dango, che Momotaro usava per sottomettere gli orchi-demoni dell’Isola dei Demoni (Oni-ga-shima), sono anche una popolare prelibatezza locale di Okayama.

Il quartiere storico di Kurashiki Bikan è sicuramente il luogo più iconico di Okayama. Edifici tradizionali splendidamente conservati, negozi, magazzini e altri edifici storici del XVII e XVIII secolo si affacciano sul fiume e sono stati ristrutturati e trasformati in caffè e ristoranti. La zona di Kojima a Kurashiki è conosciuta come il luogo di nascita dell’industria giapponese del denim, e c’è una “via dei jeans” contornata dai produttori di jeans locali. Potrete trovare i vostri articoli preferiti presenti solo qui, come jeans, giacche e accessori, che sfruttano appieno le macchine tradizionali e le tecniche di tintura che non possono essere riprodotte dalla produzione di massa.


Pesche

Quartiere storico di Kurashiki Bikan

Via dei jeans di Kojima