Basashi (sashimi di cavallo)

La prefettura di Kumamoto ha una lunga tradizione di mangiare carne di cavallo. Ci sono varie teorie sull’origine, ma secondo una teoria, durante il periodo Sengoku del XVI secolo, quando si combattevano guerre civili in varie parti del Giappone, Kato Kiyomasa, il comandante militare che governava Kumamoto a quel tempo, diffuse l’idea di mangiare carne di cavallo come contromisura contro la carenza di cibo.

Il sashimi di cavallo, che si ottiene tagliando la carne di cavallo in modo sottile, è a volte chiamato “carne di ciliegia” in Giappone per il suo bel colore. È a basso contenuto di grassi, fornisce resistenza e ha un sapore leggero e una qualità di carne morbida. Generalmente viene servito con condimenti come cipolle a fette, zenzero grattugiato e aglio. Ogni parte del cavallo ha il suo “carattere”, e si può godere della consistenza e del gusto della bistecca, della costata, della criniera, della carne magra, ecc…, quindi perché non provare diversi tipi e confrontare i gusti?


Basashi (sashimi di cavallo)